LFLP

Laboratorio di Formazione e di Lettura Psicoanalitica

Talking cure

La cura delle parole

locandina Talking cure rassegna 2013

il momento in cui le parole sono contemporaneamente generate e generative possono essere guarite e guaritrici

“gli atti sono di parola cioè azioni di lingua e il linguaggio è imputabile.
(…) quasi nessuno ha cura dei propri pensieri, delle proprie frasi, si dice anche delle proprie parole, ma le parole esistono solo allo stato di frasi, già il dire questo è un passaggio alla sovranità, il linguaggio non è fatto di parole, non è un vocabolario, il linguaggio è fatto di frasi e questo è un passaggio ad essere legislatore”.
Giacomo Contri, La cattedra del pensiero, 2013

Attraverso la parola avviene l’incontro, cioè l’appuntamento e Freud ha inventato un appuntamento che è quello che usiamo chiamare psicoanalisi. Prima di Freud questo trattamento non esisteva.
Giancarlo Gramaglia, Ricchezze paterne di amanti, 2013

Curato da Flavia Giacometti con la partecipazione del LFLP
Letture a cura di Diego Garzino
Musiche e immagini a cura di Simona Teruggi
Eventi e rinfresco a cura di Hegle Gramaglia

Programma anno 2012-2013

Venerdì 24 maggio alle ore 18,30
Massimo Foa, nato a Cuorgnè nel 1943, laureato in Economia, è stato imprenditore nel commercio di acciai speciali. Ha sei figli e tre nipoti per i quali ha scritto molte filastrocche. Da alcuni anni si dedica alla trasposizione in rima di preghiere e testi sacri ebraici. A sua cura sono: la “Torah in rima”, i primi cinque Libri della Bibbia e i “Profeti Anteriori in rima”, Edizioni Accademia Vis Vitalis. La lettura del testo in prosa è per forza di cose lenta, sorprende invece la facilità con la quale scorre lo stesso testo in rima. «Le parole che escono dal cuore entrano nel cuore». La Onlus “Gruppo Italiano Tumori Rari e Gruppo Piemontese Sarcomi” ha pubblicato due suoi testi che vengono dati contro offerta libera: “A tu per tu con la chemioterapia” e “A tu per tu con la chemioterapia 2, oltre la chemio”.
Presenta: Torah in rima

Venerdì 7 giugno alle ore 18,30 Andrea Borla nato nel 1974 collabora con riviste e giornali locali e on line, su cui vengono pubblicati articoli, recensioni e racconti. Collabora con case editrici specializzate nei libri per la didattica delle scuole superiori ed è membro di giuria di concorsi e organizzatore di rassegne letterarie.
È autore dei romanzi "In prima persona" (2005), "Odio" (2007), "Cerchi" (2008) e "Di cose giuste e di cose ingiuste" (2012), nonché curatore della raccolta “Pater Noster - Dodici vittime per cui pregare” (2010).
Presenta: Di cose giuste e di cose ingiuste
Non mi interessa sapere se il bene è davvero il bene o se è il male che vuole farsi bello. Ognuno di noi compie le proprie scelte convinto di fare la cosa giusta. Quando succede pesiamo le situazioni con la nostra bilancia e prendiamo in considerazione i nostri pro e i nostri contro. Il risultato di questo processo è il nostro giusto”.

Venerdì 14 giugno alle ore 18,30
Aldo Costa nato nel 1959 a Torino, laurea in Giurisprudenza. Sposato, tre figli maschi.
Professione copywriter junior, poi senior, poi vice direttore. Oggi copywriter freelance.
Autore di Ultimo grado (1995); L'Inviato di Dio (1998); Si è fatta la luna (2010).
Presenta Giulia dorme (2012)
è proprio il rapporto che si crea tra i due: come si muovono, cosa fanno, cosa pensano, come si osservano, cosa si dicono.
Cosa succede.
Nell'immaginare questo rapporto, nel cercare di inventare dialoghi e situazioni e nel documentarmi sulla psicologia post trauma, mi sono appassionato e, perché no, mi sono anche divertito. Solitamente questo è un buon segnale. Spero che non rimanga soltanto una mia sensazione”.

Venerdì 21 giugno alle ore 18,30 

Rosetta Melani 65 anni e da cinque in pensione, ha svolto mansioni di infermiera generica per molti anni in psichiatria e in lungo degenza, oggi si dedica al piacere di scrivere raccontando storie.
Presenta Le stanze della memoria e Al tocco della farfalla
 “Il primo libro, Le stanze della memoria che racconta le vicende di mia madre e della mia famiglia, era già tutto dentro di me ed è stata una scrittura terapeutica.
Al tocco della farfalla invece, è una storia di pura fantasia”.

locandina Talking cure rassegna 2013

Torna Indietro

 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Laboratorio di Formazione e di Lettura Psicoanalitica utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies. Per saperne di più sulla nostra policy dei cookies